Fornitura manometri per uso professionale

Se siete alla ricerca di professionalità, esperienza ed affidabilità rivolgendovi all’AMEC – Automazione Misure e Controlli  per le vostre esigenze lavorative farete sicuramente la scelta giusta.

Obiettivo principale dal 2006 di quest’azienda specializzata nella produzione di strumenti per la misura della pressione, della temperatura e di variabili ambientali è quella di creare, per i propri clienti, un’attrezzatura all’altezza delle loro esigenze.

Parliamo di una ditta che, da ormai più di 10 anni, è tra i maggiori distributori in Italia di questa tipologia di strumentazione e non dobbiamo sottovalutare che è anche prodotta in loco, quindi senza intermediari esterni che aumentano notevolmente la spesa.

Industrie farmaceutiche, petrolchimiche, alimentari e non solo di rivolgono all’AMEC da quando ha iniziato a farsi largo sul mercato confermando giorno dopo giorno la qualità dei suoi prodotti.

Ad occuparsene è un personale qualificato che, oltre a produrre i termometri e manometri industriali si interfaccia direttamente con il cliente così da creare un prodotto che si adatti esattamente alle sue esigenze. Oltre a questo potrete rivolgervi a loro anche per qualunque domanda o dubbio, la loro disponibilità, insieme alla professionalità, sono una garanzia che si rinnova e si rafforza nel tempo.

La possibilità di scelta sui manometri va dal diametro del quadrante alla scala di misurazione della pressione oltre che al tipo di attacco e di filettature.

TIPOLOGIE DI MANOMETRI

Molte sono le tipologie di manometri tra le quali potremo scegliere e noi qui vogliamo sottoporvene alcuni esempi:

Manometri standard, strumenti per la per la misura della pressione di liquidi e gas non aggressivi e che non cristallizzano. Solitamente, proprio per questo motivo, presentano una cassa in acciaio verniciato e un perno in ottone. Sono modelli meno moderni e non elettronici quindi la qualità di misurazione dipenderà molto dalla presenza o meno di forti vibrazioni meccaniche o di un eccessiva pressione. Prodotto sicuramente meno costoso a confronto dei modelli più avanzati ma ottimo per chi non ha grandi pretese o necessità particolari;

Manometri digitali, sicuramente più costosi ma molto più efficienti di quelli standard. Forniscono risultati in breve tempo e sono sempre di facile lettura grazie al display di cui sono provvisti. Nella maggior parte dei casi sono alimentati a batteria o energia solare ed hanno una maggiore precisione se paragonati ad altri modelli. Non contenendo tutte le parte meccaniche presenti, ad esempio, in un manometro analogico, i manometri digitali possono resistere molto più facilmente a vibrazione meccaniche elevate o alla sovrappressione. Resistenti anche in condizioni ambientali particolari grazie alla presenza della cassa in acciaio inox fanno si che questa rimanga, a svantaggio di un prezzo un po’ più alto, il prodotto migliore da scegliere in questo momento.
Quello che forse potrebbero rappresentare una pecca è la necessità costante di una fonte di alimentazione per averlo sempre in funzione ma se pensiamo che, utilizzando questo tipo di manometro, noi abbiamo la possibilità di registrare di dati sui quali stiamo lavorando inviandoli ad un computer è un punto a sfavore facilmente accettabile;

Manometro industriale, totalmente costruiti in acciaio inox per poter resistere maggiormente all’esposizione a prodotti altamente corrosivi. Il riempimento di questi manometri è soprattutto la glicerina, così da proteggerne i meccanismi interni che potrebbero conseguire dalle costanti e potenti vibrazioni alle quali è sottoposto.

ELEMENTI FONDAMENTALI PER LA SCELTA DI UN MANOMETRO

Fare presente alcuni aspetti essenziali dell’apparecchiatura che andremo ad acquistare farà si che questa, oltre a durare maggiormente nel tempo, si adatti a pieno alle nostre esigenze. affinché questo accada è bene tenere in considerazione i seguenti elementi:

  • la scelta del campo di scala, necessariamente il doppio di quella necessaria al lavoro;
  • il materiale della cassa e la grandezza del quadrante, tutto questo per una maggiore precisione di misurazione;
  • l’attacco, che sia posteriore o radiale fa poca differenza purché prima verifichiate in che zona verrà applicato lo strumento.

Questa guida, che speriamo vi sia stata d’aiuto nella scelta dei vostri manometri professionali, finisce qui. Non possiamo che auguravi buon acquisto con AMEC.