Essenze balsamiche per Sauna – Talia Essenze

BENEFICI SAUNA, BAGNO TURCO, DOCCIA EMOZIONALE E NEBBIE FREDDE
Molteplici sono i benefici delle varie pratiche che si possono effettuare nelle spa.
Infatti, per quanto riguarda la sauna, è risaputo che sia consigliata per diversi effetti positivi e benefici, tra i quali: dimagrire, depurare l’organismo, rilassare la muscolatura, eliminare lo stress e la difficoltà a dormire, pulire la pelle, aiutare la respirazione e migliorare la circolazione.
Il bagno turco, invece, prevede alte temperature associate a un’altissima umidità al fine, anche in questo caso, di purificare il corpo tramite la sudorazione, di agire positivamente sul sistema nervoso, sulla pelle e sulla circolazione.
Altre due pratiche naturali e ottime per la salute, ma meno conosciute, sono la doccia emozionale e le nebbie fredde. La prima unisce attraverso un getto d’acqua continuo la cromoterapia all’aromaterapia e permette di allontanare le emozioni e le sensazioni negative, come ansia, stress e stanchezza fisica, sostituendole con sentimenti positivi e rilassanti. Le nebbie fredde, invece, consistono in un getto a nebulizzazione composto da gocce di fragranze idrosolubili e aromatiche sottilissime che garantiscono effetti tonificanti e rinfrescanti.

PIRAMIDE OLFATTIVA
Le essenze naturali per sauna e bagno turco raggiungono, tramite il respiro, il nostro organismo e, man mano, che vengono inalati attivano una zona differente e via a via più profonda. Questo a seconda dello schema della piramide olfattiva. Infatti, secondo questo modello i profumi, in base all’evaporazione delle sostanze che contengono e alla loro permanenza nell’aria a noi circostante, attivano diverse essenze e si collegano a una natura più soggettiva o più oggettiva.
La piramide olfattiva si suddivide in tre livelli in base alle note del profumo che attiva. Ci sono, quindi, le note di testa, che si avvertono non appena il profumo viene spruzzato sulla pelle e sono quelle che si esauriscono più velocemente, ma allo stesso tempo sono le più importanti perché sono le prime ad essere avvertite e corrispondono soprattutto ad essenze acquatiche o agrumate; le note di cuore, che vengono percepite una volta volatilizzate le note di testa e corrispondono ad essenze floreali o fruttate; e, infine, le note di fondo, che emergono per ultime ma sono quelle che permangono più a lungo, e in questo caso corrispondono ad essenze che ricordano il profumo del cuoio o del legno, molto intense e persistenti.
Perciò, in base a questo schema, si può suddividere anche la percezione degli oli essenziali in tre zone: la zona testa, in cui i principi attivi degli oli giungono immediatamente ai recettori del cervello e in questa si collocano essenze come l’anice e il bergamotto; la zona cuore, nella quale gli oli come l’arancio e più in generali quelli floreali, attivano i recettori dei sensi trasmettendo emozioni e sentimenti; e, per ultima, la zona base con essenze quali la lavanda e note derivanti dagli alberi che garantiscono un maggiore rilassamento.

COME SI PRODUCE UN OLIO ESSENZIALE
Le essenze balsamiche naturali che si utilizzano nelle saune sono estratte da diversi elementi vegetali come petali, frutti, ortaggi, cortecce, foglie. Per ottenerle ci sono tre modalità principali: l’estrazione a vapore, l’estrazione con solvente e la spremitura.
Il primo metodo è quello più diffuso e per realizzarlo basta disporre di acqua e di alcuni contenitori dove riscaldare la materia prima e raccogliere l’olio. L’ingrediente scelto rilascia la sua essenza assumendo la forma di vapore acqueo. Il liquido condensato si raccoglie tramite un vaso fiorentino dove l’olio si separa dall’acqua e si deposita sulla superficie.
Il metodo dell’estrazione con solvente, consiste nell’immergere l’ingrediente in solventi come etanolo o esano nei quali rilascia le essenze.
Con la spremitura, invece, l’olio essenziale viene estratto solamente pressando l’ingrediente. Si usa questo metodo soprattutto con gli agrumi.
Infine, gli oli possono essere anche sintetizzati nei laboratori, creando fragranze sintetiche.

OLI ESSENZIALI VARIE TIPOLOGIE E CARATTERISTICHE
Gli oli essenziali sono di diverse tipologie.
Esiste lo ylang ylang, che è efficace per chi soffre di ipertensione; il vetiver che porta calma a coloro che lo utilizzano; il mandarino, che si estrae dalla buccia del frutto e dona serenità e gioia; l’ortica dalle foglie ricche di Sali minerali; la calendula che disinfiamma; la mimosa che mantiene il sistema immunitario forte e in salute.
L’elenco delle essenze balsamiche prodotte dalla Talia Essenze,  è lungo e articolato e ad ognuna corrisponde una specifica funzione che aiuta l’organismo nel raggiungimento del suo benessere.

OLI PER SAUNA FAI DA TE
Realizzare una miscela di oli per la sauna in casa è un procedimento molto semplice e richiede pochi ingredienti e passaggi. Prima di tutto è necessario procurarsi alcuni oli essenziali che possono contenere vari aromi, come lavanda, pompelmo, rosmarino, lime, eucalipto e tanti altri. Una volta scelto l’olio preferito, basta prenderne tre o quattro gocce e gettarlo direttamente sulla brace. Si può usare un singolo olio oppure creare una miscela con gli aromi che più si preferiscono.
Infine, non resta che mettere poche gocce in un contenitore d’acqua, sedersi e respirare profondamente i profumi e i vapori rilasciati dall’olio.